Lotta contro la zanzara tigre

Ogni anno il trattamento programmato da parte del Comune su tombini di Vie, piazze e strutture pubbliche, viene affiancato dall'Ordinanza comunale che obbliga i Cittadini a eliminare sottovasi e bidoni e a trattare i tombini delle aree private.
E' infatti dimostrato che la campagna di lotta contro questa nuova zanzara (che vive specificamente in micro-ristagni di acqua in aree urbane) funzioni solo se i cittadini si impegnano a eliminare contenitori e a trattare i tombini privati, che da soli rappresentano il 60-70% dei focolai della zanzara Tigre.

La confezione da 50 ml. è sufficiente per trattare i pozzetti di una normale area cortiliva per tutta la stagione estiva. Il prodotto, a base di SILICONE PDMS, è specifico contro le larve di zanzara ed è innocuo per l'uomo, per gli animali domestici e per l'ambiente. E' attivo solo nell'acqua e solo se correttamente distribuito in gocce, come da istruzioni. Va applicato specificamente ai ristagni d'acqua non eliminabili e permanenti come tombini e calate di gronda con i coperchi rotti o sbrecciati. I ristagni in contenitori sono da eliminare (sottovasi, bidoni degli orti, vasi, rottami, secchi, teli in plastica, etc.) come stabilito dall'Ordinanza comunale, che prevede sanzioni nel caso di inadempienza. Molto importante è curare le Attività Produttive in zone residenziali e industriali, dotate di ampi piazzali con molti tombini di grandi dimensioni, e con materiali esposti alle piogge dove si possono formare e mantenere piccole riserve d'acqua (in teli, pezzi metallici, incavi di vario genere, etc.).

I trattamenti vanno effettuati, OGNI 25 GIORNI, da Aprile alla fine di Ottobre, avendo cura di MANTENERE PULITO IL TOMBINO da un'eccessiva presenza di detriti e foglie.

Per quanto riguarda i corsi d'acqua di Calderino (Lavino e Torrente Landa), le verifiche condotte non hanno MAI rilevato larve di zanzare: quando l'acqua scorre non ci sono le condizioni per la deposizione di uova e quando è ferma in "pozze" è sempre presente fauna che conduce un’ottima e naturale lotta biologica. La presenza segnalata da alcuni Cittadini di Zanzara Tigre e zanzare comuni nelle aree a verde intorno ai corsi d'acqua, è dovuta al fatto che gli adulti di zanzare nati in piccoli contenitori urbani cercano zone umide e ombreggiate. Contro gli ADULTI non sono più praticabili i trattamenti tossici SU AREE PUBBLICHE, che si facevano molti anni fa. Oggi è necessario impegnarsi tutti per eliminare le LARVE, che nascono non nell'acqua dei torrenti, ma nei piccoli ristagni artificiali dei nostri contenitori e tombini.

I trattamenti adulticidi negli spazi privati devono essere comunicati preventivamente  e OBBLIGATORIAMENTE al Servizio Igiene Sanità Pubblica dell’Ausl di Bologna e, per conoscenza, al Comune di Monte San Pietro, con le modalità specificate nell’Ordinanza 5/2020 del Comune di Monte San Pietro. L’utilizzo del prodotto adulticida va ricondotto SOLO alle situazioni più difficili, comunque previa comunicazione, poiché l'immissione nell'ambiente di sostanze tossiche è essa stessa una fonte di rischio per la salute pubblica e comporta un impatto non trascurabile sull’ambiente.

Eliminazione dei contenitori d’acqua in orti e giardini

Le femmine della zanzara tigre sono molto aggressive e pungono ripetutamente durante il giorno. Al momento non risulta che in Italia siano causa di malattie infettive dell’uomo, ma in altre parti del mondo trasmettono diversi tipi di virus anche pericolosi. Agli animali possono trasmettere la filariasi.
La zanzara tigre depone le uova entro qualsiasi contenitore di acqua, preferibilmente presso le abitazioni o in luoghi frequentati dall’uomo e ove vi è abbondante vegetazione. I giardini e gli orti sono dunque luoghi ideali per la grande presenza di annaffiatoi, secchi, bidoni, sottovasi ed altri recipienti.
Lo sviluppo delle larve e lo sfarfallamento degli adulti possono avvenire in una sola settimana dalla deposizione delle uova. E’ necessario abbandonare l’uso di tutti i recipienti non indispensabili, svuotare e asciugare invece dopo ogni uso (o al massimo una volta ogni cinque giorni) quelli di cui non si può proprio fare a meno.

Disinfestazione dei tombini nelle proprietà private!

Il Comune di Monte San Pietro ha attivato trattamenti periodici a tombini e caditoie pubbliche in vie, piazze e giardini.
I cittadini possono ritirare il prodotto in Comune, fino ad esaurimento scorte. 
MODELLO PER RICHIESTA PRODOTTO LARVICIDA - aprile 2020 (file Pdf, 12.75 Kb)

Il prodotto consegnato quest'anno è totalmente atossico, a base di silicone PDMS, e si utilizza come segue:
- NON VA DILUITO
- Introdurre 10 gocce per ogni caditoia cortiliva
- Ripetere ogni 25 giorni
- 50 ml di prodotto sono sufficienti per trattare 8/10 pozzetti, per tutta l'estate

Foto prodotto senza marca1


Il prodotto consegnato gli anni scorsi, a base di Diflubenzuron (Device), qualora fosse nelle disponibilità, è ancora efficace, poiché la scadenza è di due anni. 
Va applicato come segue:
- Va diluito nella misura di 40 gocce in una bottiglia da 1,5/2 litri d'acqua e poi va introdotto circa un bicchiere di miscela per ogni tombino
- Ripetere ogni 25 giorni
- 50 ml di prodotto sono sufficienti per trattare 8/10 pozzetti, per tutta l'estate

Il prodotto viene distribuito non a famiglia, ma ad edificio; in edifici abitati da più famiglie (es. condominio, casa bifamiliare, etc.) è opportuno che sia individuato un solo referente che si presenti per il ritiro del prodotto. E’ particolarmente importante che i trattamenti siano attivati anche nelle aree produttive e commerciali.

 

ORDINANZA N. 5 DEL 16.4.2020

Provvedimenti per la prevenzione ed il controllo delle malattie trasmesse da insetti vettori ed in particolare dalla zanzara tigre (Aedes Albopictus) e dalla zanzara comune (Culex SPP) - (file Pdf, 248.38 Kb)

COMUNICAZIONE DI DISINFESTAZIONE ADULTICIDA CONTRO LA ZANZARA E ALTRI INSETTI DI INTERESSE PUBBLICO (file Pdf, 95.41 Kb)

AVVISO DI TRATTAMENTO ADULTICIDA IN AREA PRIVATA (file Pdf, Kb)

 

MODELLO PER RICHIESTA PRODOTTO LARVICIDA - aprile 2020 (file Pdf, 12.75 Kb)

 

Per approfondimenti:

http://salute.regione.emilia-romagna.it/campagne/zanzare

https://ambo.ausl.bologna.it/temi/insetti-e-zecche/come-proteggersi

Indicazioni per la lotta contro la zanzara tigre 2018 (file Pdf, 896Kb)

Le buone pratiche per combattere la Zanzara Tigre (file Pdf, 1.89Mb)

Materiale incontro con la cittadinanza del 15 aprile 2011 (file Pdf, 500Kb)