Contrasto del gioco d'azzardo patologico

Libri per gioco - Sì ai libri, No alle slot

 

La Regione Emilia-Romagna ha previsto l'istituzione di un marchio, denominato SlotFreeER, che verrà rilasciato a quei pubblici esercizi che sceglieranno di non installare o di dismettere nel caso già ne abbiano, apparecchi da gioco che permettono vincite in denaro.

Il possesso del marchio costituisce requisito per l'ottenimento di forme di valorizzazione sul cui territorio viene esercitata l'attività.

A tal fine il Comune di Monte San Pietro ha aderito al progetto distrettuale "Libri per gioco", che è stato approvato e finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e che ha avuto avvio lo scorso 20 maggio.

Nato con la finalità di contrastare il gioco patologico d'azzardo, "Libri per gioco" vuole stimolare l'adesione al marchio SlotFreeER e la trasformazione degli spazi dedicati al gioco d'azzardo all'interno delle attività commerciali del territorio dell'Unione in punti di incontro e book crossing.

L'obiettivo, avvalendosi anche della collaborazione di Avviso Pubblico, è quello di creare un circuito virtuoso di promozione che generi interesse nei confronti dei cittadini e contribuisca ad aumentare il flusso di clienti verso le attività che scelgono di non installare e/o dismettere le slot machines.

Negli esercizi pubblici aderenti con una consumazione si può chiedere un Gratta e leggi e vincere dei libri.

A Monte San Pietro le attività commerciali che finora hanno aderito sono:

"La Casola", Via San Martino 22/D

"Bar Gelateria Snoopy", Piazza della Repubblica 6

"Trattoria Gilberto", Via San Lorenzo 26

"Antica Trattoria Belletti", Via Lavino 499

"Ristorante Mattarozzi", Via Lavino 312

"Bar Badia", Via Lavino 427

"Bar Sport", Via Gullini 11

"Caffè Borgo Antico", Via Lavino 28/A

"Bridge Bar", Piazza della Repubblica 1/A

Registro pubblici esercizi di Monte San Pietro aderenti al marchio SlotFreeER, aggiornato al 4 ottobre 2017 (file adobe pdf, 34 kb)

 

Per presentare domanda e aderire al marchio SlotFreeER

Possono aderire al marchio regionale SlotFreeER quelle attività che non ospitano apparecchi da gioco che permettono vincite in denaro, come di seguito specificato:

1. attività che non hanno mai attivato le procedure per installare apparecchi da gioco che permettono vincite in denaro;

2. attività già in possesso di idonei titoli autorizzatori, che scelgono di non attivare la procedura di collegamento telematico attraverso AAMS e di conseguenza di non istallare apparecchi da gioco che permettono vincite in denaro;

3. attività che abbiano disinstallato gli apparecchi;

4. attività che non ospitano al proprio interno i cosiddetti "Totem telematici" per il collegamento ai siti internet di gioco che permettono  vincite in denaro.

Documenti da presentare

Modulo di adesione al marchio SlotFreeER (file adobe pdf, 58 kb)

Dove presentare la domanda di adesione

Ufficio Relazioni con il Pubblico, Piazza della Pace 2

Tel.: 051/6764477 - MAIL: comune@comune.montesanpietro.bo.it

Orari di apertura: da lunedì al venerdì dalle 8 alle 13 - giovedì dalle 15 alle 18 - sabato dalle 8 alle 12,30

 

Mappatura dei luoghi sensibili

La Regione Emilia Romagna è intervenuta per disciplinare il fenomeno del gioco d'azzardo patologico approvando una serie di norme finalizzate al contrasto ed al trattamento delle forme di dipendenza del gioco d'azzardo lecito. In particolare, con la L.R. n. 5/2013 e relativa Delibera di Giunta regionale n. 831/2017, è stato stabilito che non è ammessa, in locali che si trovino entro la distanza calcolata secondo il percorso pedonale più breve di cinquecento metri dai luoghi sensibili:

- l'apertura e l'esercizio di sale giochi e sale scommesse;
- la nuova installazione di apparecchi per il gioco d’azzardo lecito di cui all'articolo 110, comma 6 (sono le comunemente dette slot, new slot e videolottery); il rinnovo del contratto stipulato tra esercente e concessionario per l'utilizzo degli apparecchi; la stipulazione di un nuovo contratto, anche con un differente concessionario, nel caso di rescissione o risoluzione del contratto in essere; l'installazione dell'apparecchio in altro locale in caso di trasferimento della sede dell'attività.

I luoghi sensibili, così come normativamente individuati sono:
- gli istituti scolastici di ogni ordine e grado;
- i luoghi di culto;
- gli impianti sportivi;
- le strutture residenziali o semi-residenziali operanti in ambito sanitario o sociosanitario;
- le strutture ricettive per categorie protette;
- i luoghi di aggregazione giovanile ed oratori;

Il compito di procedere alla mappatura dei luoghi sensibili è stato affidato ai Comuni ed il Comune di Monte San Pietro ha provveduto con Delibera di Giunta Comunale n. 106 del 12/12/2017 e successivo aggiornamento di cui alla Determina n. 533 del 7/11/2018.

Di seguito è possibile visualizzare la mappatura suddetta

Per eventuali ulteriori informazioni è possibile contattare l'ufficio Suap